Serena parla delle possibilità della sua ex squadra: "L'Inter è sempre la squadra da battere anche se penso che per mantenere quel livello di qualità avrebbe dovuto fare qualcosa di più sul mercato. Coutinho è un calciatore interessante, ma è ancora giovane. Ha perso Mourinho, un tecnico che dava il suo imprinting alla squadra e Benitez non so cosa riuscirà a fare con questo modulo di gioco". Po si sofferma sulle avversarie per lo scudetto: "Il Milan mi sembra la vera antagonista. C'è curiosità nel vedere all'opera l'attacco strepitoso dei rossoneri. La Juve ha tanti giocatori che devono maturare per realizzarsi.

Mi riferisco a Krasic, Motta, Bonucci. La Roma aveva scelto Adriano, una scommessa non vinta e poi ha acquistato Borriello, l'uomo che trasforma gli assist in gol". Infine analizza l'ultima partita dei neroazzurri, con uno sguardo alla partita con l'Udinese: "L'Inter non ha fatto bene a Bologna: il primo tempo è stato deludente, il Bologna è stato pericoloso in contropiede. Nella ripresa l'Inter è uscita bene sia dal punto di vista atletico che fisico. In questo momento però la squadra non è al top della condizione e non è detto che l'Udinese non riesca nel colpaccio".

Sezione: News / Data: Ven 10 settembre 2010 alle 16:43 / Fonte: ilfriuli.it
Autore: Guglielmo Cannavale
vedi letture
Print