All'indomani della vittoria per 1-0 della Juventus contro lo Zenit, arrivata dopo il successo capitalizzato dall'Inter contro lo Sheriff, Mario Sconcerti dice la sua sulle due grandi rivali, avversarie domenica prossima a San Siro. "Non ho visto la Juventus strettamente difensiva vista nelle ultime partite, ha cercato di spingere di più. Ieri ha cambiato e ha finito con quasi 8 centrocampisti e nonostante tutto questo affollamento ho continuato a non vedere una idea di costruzione di gioco . Si è vista più volontà al gioco d'attacco, ma manca ancora la costruzione" ha detto a TMW Radio.

Inter banco di prova importante per questa Juventus?
"La Juventus ha un limite conclamato, che è la lontananza dei centrocampisti sia in fase di costruzione del gioco che di rifinitura.

McKennie è più pungente per esempio di Rabiot, ma anche più dispersivo. Di squadre complete ne abbiamo viste due, ossia Napoli e Inter. Il Milan si è ridimensionato in campo europeo. La Juventus sarà difficile che torni ad essere una schiacciasassi, le mancano alcune cose".

Sezione: News / Data: Gio 21 ottobre 2021 alle 17:13
Autore: Egle Patanè
vedi letture
Print