L'ex campione francese Lilian Thuram lancia il suo appello alle grandi squadre europee dopo l'ultimo episodio di razzismo che ha visto protagonista Yaya Touré durante il match di Champions League giocato due settimane fa a Mosca fra Manchester City e CSKA: "Non dicendo nulla si diventa complici. Quando parlo io di razzismo, o la fa Yaya Touré o la fa Boateng, tutti già sanno cosa aspettarsi.

Ma se domani tutti i giocatori bianchi del City dicono che d'ora in poi, se accade un altro episodio, lasceranno il campo, e se i giocatori del Milan, dell'Inter e di tutti i grandi club dicono la stessa cosa, vedrete che presto troveremo la soluzione", le parole dell'ex difensore della Juve rilasciate ai microfoni di BBC Sport.

Sezione: News / Data: Ven 08 novembre 2013 alle 08:00
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
vedi letture
Print