La Uefa non vuole che si creino fraintendimenti e chiarisce ai club un punto importante: chi non paga gli stipendi ai propri calciatori non potrà partecipare alle prossime Coppe europee. Lo scrive il quotidiano La Repubblica, che spiega come le società che non rispettano i loro impegni saranno accusate di violazione del Fair Play Finanziario, "a meno che non siano gli stessi calciatori, in nome di accordi sui compensi, a firmare una liberatoria. Lo prevedono le norme Uefa. Quindi, i club che ambiscono a giocare Champions ed Europa League dovranno pagare anche le quote di marzo e aprile, oppure cercare una mediazione. In caso di contenziosi aperti, niente coppe. A Nyon sul punto sono intransigenti". 

VIDEO - DODICI ANNI FA L'ULTIMA IN NERAZZURRO DI JULIO CRUZ. QUANTE PERLE PER L'INCUBO DELLA SIGNORA

Sezione: News / Data: Dom 24 maggio 2020 alle 17:18
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print