Il calcio ora spera nella mano tesa del Governo. Il mondo del pallone crede che nella Finanziaria ora in discussione il Consiglio dei Ministri possa mettere nel maxiemendamento, previsto fra circa una settimana, alcune misure a suo sostegno, come il congelamento e la rateizzazione di imposte dirette, indirette e contributi previdenziali. Ma, secondo quanto riferito da La Repubblica, da fonti politiche c'è sì la disponibilità ad aiutare il calcio, a patto che il calcio dia un esempio di voler cambiare rotta. "I costi sono troppo alti, gli stipendi alle stelle (basta pensare che la media per un calciatore di serie A è di circa 1milione e centomila a stagione). Il sistema così non può reggere. Si chiede quindi un taglio consistente agli ingaggi, intorno al 30-40 per cento". 

VIDEO - ACCADDE OGGI - 22/11/2008: GOL DI MUNTARI ALLA JUVE. QUELLO CONVALIDATO...

Sezione: News / Data: Dom 22 novembre 2020 alle 04:30
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print