Dal proprio blog sul sito del Corriere della Sera la firma di fede nerazzurra Matteo Cruccu si dice ottimista in vista dell'imminente cambiamento ai vertici dell'Inter: "Questo Thohir mi sembra ben più solido di uno sceicco arabo o un oligarca russo. Può darsi non sbandieri subito assegni da cento milioni, saccheggiando questo o quel campionati. Può darsi che non si vinca subito in stile Manchester City o Paris Saint Germain (,a per trionfare in Europa ci vogliono i progetti sul lungo periodo, vedi Bayern). Sì, preferisco i piedi piantati per terra di chi è nato dall’acciaio (da lì provengono le fortune della famiglia Thohir) e ha investito piano piano fino a creare un impero polivalente, dichiarandosi peraltro interista fin da bambino.

Piuttosto che avventurieri in odor di mafia o baciati dalla sorte del petrolio, per cui nerazzurro, blaugrana o biancorosso pari sono. E dove davvero la proprietà di una squadra è un divertissement che dura l’arco di una stagione (vedi Anzhi). E ai nostalgici del made in Italy dico: si arrendano. Nessuno, dico nessuno, dei nostri giganti dell’imprenditoria, ha risposto all’appello di Massimo Moratti".

Sezione: News / Data: Ven 20 settembre 2013 alle 06:30
Autore: Daniele Alfieri / Twitter: @DaniAlfieri
vedi letture
Print