Due tifosi dell'Inter sono stati denunciati dalla Digos della Questura di Udine per aver affisso uno striscione e acceso delle torce luminose sul Ponte del Diavolo a Cividale del Friuli violando i divieti previsti per contrastare l'emergenza Coronavirus. Secondo quanto ricostruito - si legge sull'Ansa - i due avrebbero agito per portare un messaggio di solidarietà alla famiglia di un tifoso che risulterebbe contagiato. L'episodio si è verificato giovedì verso le 9. Allertati dai cittadini che hanno notato fumo sul ponte dopo lancio di botti e accensione di torce, gli agenti del Commissariato di Cividale hanno trovato il ponte deserto. Lo striscione con la scritta "tenete duro cn 69" era stato rimosso. A terra i segni della combustione e i bengala spenti, poi sequestrati. Le indagini hanno consentito di risalire agli autori del gesto: due tifosi, di 31 e 38 anni, riconducibili a un gruppo ultras dell'Inter attivo nel Nord Est. Sono stati denunciati anche per l'ipotesi di reato di accensioni ed esplosioni pericolose.

Sezione: News / Data: Sab 21 marzo 2020 alle 14:20 / Fonte: ANSA
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print