Prendono corpo, ora dopo ora, le indiscrezioni che raccontano di un accordo in vista tra il Milan e l’Uefa che, in qualche modo, dovrebbe chiudere la complicatissima controversia sul Fair Play Finanziario. Lo scenario che prende forza - si legge sul Corriere della Sera - è quello di un compromesso che vedrebbe il club rossonero rinunciare alla Coppa conquistata sul campo nella stagione appena terminata in cambio di più tempo per raggiungere il pareggio di bilancio (al momento nella condanna fissato al 2021). L'accordo omnicomprensivo accontenerebbe le due parti: la società di via Aldo Rossi, che attualmente rischia la 'somma di sanzioni', e il massimo organismo del calcio europeo che ha già per le mani il caso spinosissimo del Manchester City da gestire.

Gli strumenti giuridici per un «patteggiamento» - chiosa il quotidiano milanese -. non mancano. Se le due parti raggiungono un accordo (consent award), il Tas (Tribunale arbitrale) non ha alcuna discrezionalità: deve limitarsi a certificarlo. E la Camera giudicante potrebbe a quel punto decidere di sanzionare il Milan in linea con quell’accordo. Quale potrebbe essere? Un anno di esclusione dalle Coppe e più tempo per raggiungere il pareggio di bilancio. In questo caso, il Milan rinuncerebbe a giocare l’Europa League, ma potrebbe mettere fine alla spirale di sanzioni, stabilendo un percorso di rientro. In Europa a quel punto andrebbe il Torino e la Roma potrebbe essere ammessa direttamente ai gironi, saltando i preliminari.

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - PEDRO DE LA VEGA, LA NUOVA PROMESSA ARGENTINA 

Sezione: News / Data: Mar 18 Giugno 2019 alle 17:56
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print