Dalla crisi estiva che sembrava il prologo di un divorzio anzitempo tra Antonio Conte e l’Inter sedata con il patto di Villa Bellini che ha gettato le basi ed eretto i pilastri di quella che è stata ed è la seconda annata dell’allenatore leccese in nerazzurro, a quello che potrebbe essere il "Conte-ter", come è stato definito nelle ultime ore dalla stampa. Ma come dice lo stesso Conte, "tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare" e per capire cosa ne pensa il diretto interessato, FcInterNews.it, in conferenza stampa alla vigilia della gara di domani contro l'Atalanta, ha chiesto: "Le è capitato già di pensarci?".  "Ho il contratto per un altro anno" esordisce immediatamente Conte, che spiega con serenità ma altrettanta fermezza: "In questo momento tutti però, io e tutti quelli che lavorano per l'Inter, dobbiamo essere molto concentrati sul presente. Non ci dobbiamo far distrarre da altre cose, bisogna essere concentrati e influire sul presente, da qui alla fine. Quel che accadrà all'esterno non lo so, non posso immaginarlo. E' una situazione che ci è caduta addosso ma non deve influire. Noi possiamo influire sul presente e su quello ci dobbiamo concentrare. Capisco anche che si voglia parlare di altro ma dobbiamo essere focalizzati sul presenti e per me il futuro sarà da qui alla fine della stagione. Per noi è molto importante dare un segnale di continuità e dimostrare che abbiamo riportato l'Inter dove merita. Quel che accadrà vedremo ma non dobbiamo pensare a quel che sarà. Bisogna essere feroci e pensare che il futuro è solo fino a fine campionato, dove noi dobbiamo e possiamo influire".

Sezione: News / Data: Dom 07 marzo 2021 alle 14:44
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print