Ai microfoni di Lazio Style Channel, è intervenuto un tifoso nerazzurro d'eccezione, Paolo Bonolis, per parlare di Inter-Lazio: "Sto vivendo molto serenamente l'attesa dell'evento, sono due squadre che per motivi differenti hanno passato una stagione poco felice, molti punti sono stati persi per strada. E' una sfida che dovrebbe portare l’Inter a blindare l’Europa League e la Lazio a rientrare in corsa per lo stesso obiettivo, ma è difficile visto il numero di squadre che stanno davanti. Zanetti? Giocatore esemplare, ha fatto una carriera importante caratterizzata da una profonda serietà. Ha fatto una scelta importante, andava a dormire sempre presto, famiglia, figli. Ha un fisico unico ed irripetibile, ma - continua Bonolis - credo che buona parte della sua forza stia nel cervello. Sul futuro, sono un po’ scettico perché da una parte vedo un allenatore che avrebbe tutte le possibilità per far bene, ma mi sembra troppo preoccupato nel gestire la squadra, agisce con talmente tante cautele che non si specchiano con la società. Dall’altra c’è un presidente che entra con presunte cifre enormi, ma che sta gestendo il mercato come la precedente gestione che aveva le sue ragioni per farlo.

Secondo me se entri con un capitale imponente lo stai facendo per un piacere tuo, uno sfizio e sempre secondo me, bisogna goderselo questo sfizio. Non ho idea di cosa farà, magari ci stupisce tutti, ma forse -continua Bonolis - sta camminando con eccessiva prudenza. Henrnaes?  E' un ottimo giocatore, sta pagando una preparazione insufficiente. Dà tutto in campo, ma gioca meglio quando può dialogare con qualcuno. Mi piace, lo vedo combattere, ma ha una limitata carburazione per questa annata. Della Lazio ci sono giocatori importanti come Candreva e Lulic che all’Inter farebbero molto comodo".

Sezione: News / Data: Ven 09 maggio 2014 alle 13:23 / Fonte: Lazio Radio Style
Autore: Alessandro Storino / Twitter: @lostor83
vedi letture
Print