Il suo nome ricorda una delle pagine più nere della storia europea dell'Inter: fu lui, infatti, a firmare la clamorosa qualificazione del Villarreal alle semifinali della Champions League 2005-2006 a spese proprio dei nerazzurri. Rodolfo Arruabarrena, che oggi allena il Pyramids Fc in Egitto, ricorda quella serata ai microfoni di El Periodico Mediterraneo: "Sono passati 15 anni, il tempo passa molto velocemente. Il ricordo di quella notte è per me indimenticabile. Non dimenticherò mai la gente di Vila-Real con la speranza riflessa sui loro volti. Avevamo una squadra molto importante davanti, con una grande storia. Dal primo momento abbiamo sentito che potevamo passare. La squadra stava attraversando un buon momento calcistico. Tra le due squadre c'erano tanti argentini e sapevamo che potevano esserci degli attriti in un quarto di Champions. Siamo stati i protagonisti della partita, ma senza troppe situazioni da gol. Sapevamo che le palle inattive avrebbero potuto decidere la partita. E così è stato, grazie ad una situazione sulla quale avevamo lavorato molto bene in allenamento. Per fortuna sono riuscito a saltare più in alto di Francesco Toldo e ho trovato il gol che ci qualificò alle semifinali. Senza dubbio è stata una vittoria indimenticabile per quello che significava".

El Vasco ricorda ancora le emozioni suscitate dai tifosi: "Sapevamo tutti per cosa stavamo giocando. Al club, tecnici e giocatori erano consapevoli di cosa si poteva ottenere. Siamo stati anche vicinissimi a giocare una finale per via di quella semifinale con l'Arsenal. Ma il Villarreal divenne noto nel mondo del calcio e anche come città, che con i suoi 50.000 abitanti arrivò tra i grandi d'Europa. Era qualcosa di impensabile prima dell'inizio della Champions League". 

VIDEO - TRAMONTANA SBAGLIA LA PROFEZIA. E L'INTER SEGNA A BOLOGNA!

Sezione: News / Data: Mer 07 aprile 2021 alle 17:07
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print