Premiato ieri dalla Federcalcio slovacca come miglior calciatore del 2020, Milan Skriniar, nel corso della cerimonia, ha voluto in qualche modo condividere questo riconoscimento coi suoi compagni dell'Inter e della Nazionale: "Sono molto contento di essere riuscito ad ottenere il premio: ma non è solo merito mio, ma anche dei miei compagni di squadra del club e della nazionale. È una motivazione per me in futuro. Pensavo di essere tra i primi tre. La stagione è stata buona, ma non perfetta. Sono contento di aver vinto".

Skriniar sottolinea anche come il momento della svolta nella sua stagione sia coinciso anche col lieto evento in famiglia: "Il fatto che sia nata mia figlia mi ha aiutato, ho avuto nuovi stimoli. Ho riottenuto un posto all'Inter e credo che lo manterrò". Ma nella sua mente c'è l'idea di continuare in questa striscia di titoli personali? "Non penso a questi obiettivi. Voglio vincere con l'Inter e la Nazionale in primis e voglio essere di aiuto per la squadra". Nelle sue parole anche un pensiero ai prossimi impegni della Nazionale "Malta? Non ci sono più avversari facli. I ciprioti erano molto organizzati, non ce lo aspettavamo. Contro i maltesi sarà una partita simile, ma dobbiamo farcela. Tre punti sono un obbligo assoluto e dobbiamo giocarcela anche con i russi". 

VIDEO - NOVANTA PRESENZE CON IL BELGIO: "TUNNEL DI SCHIAFFI" PER LUKAKU IN NAZIONALE 

Sezione: In Primo Piano / Data: Ven 26 marzo 2021 alle 13:17
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print