L'Inter fa suo il derby con un bel 2-0 col quale manda al tappeto il Milan e ottiene il quarto successo in quattro partite di campionato. Ecco le prime impressioni del tecnico nerazzurro Antonio Conte, intervenuto ai microfoni di Dazn

Serenità ma anche consapevolezza? Questa sta diventando l'Inter di Conte?
"Iniziamo a dire che era un derby e queste sono sempre partite speciali, mai facili da vincere. Si affrontano squadre titolate come Inter e Milan. C'è molta soddisfazione, i ragazzi hanno disputato un'ottima partita sotto ogni punto di vista. Venivamo da una prestazione che ci aveva lasciato l'amaro in bocca, che però ci ha dato ancora più carica per affrontare il derby nel migliore dei modi. Vittoria meritata, sono contento per loro e soprattutto per i tifosi".

Lukaku può dare ancora molto di più?
"Assolutamente, è una cosa sacrosanta e l'ho detto anche a lui. Romelu è arrivato qui grazie alle sue potenzialità, se lavorato bene diventa un giocatore molto importante. Ha solo 26 anni, Lautaro ne ha 22. Sono ragazzi che vanno lavorati e io tramite il lavoro devo migliorare i miei giocatori, l'importante è che ci sia grande disponibilità da parte loro e me la stanno dando. Sono contento per le quattro vittorie in campionato, sono convinto che quell'inizio un po' così in Champions ci ha fatto capire alcune cose".

Brozovic e Lukaku hanno fatto pace in campo.
"Averne di problemi con gente come loro... Sono due ragazzi eccezionali, ma tutti quanti lo sono. A volte mi arrabbio con loro perché sono fin troppo bravi, invece in campo bisogna essere più smaliziati. Questo è un gruppo sano, che ha piacere di stare insieme. Ben vengano cose così, scorre sangue nelle vene e c'è voglia di migliorare. Anche a me è capitato di litigare con un compagno e poi andarci la sera a cena, più amici e più forti di prima".

State comunque raggiungendo un buon livello.
"Abbiamo lavorato tanto in questi mesi. Ci sono state difficoltà per il viavai di giocatori che mi ha penalizzato un po', ma dico al tempo stesso che abbiamo un'idea nella fase di possesso e non possesso. Oggi abbiamo pressato da squadra, a testimonianza che c'è del lavoro ma le idee poi devono essere concretizzate dai soldati in campo. Oggi lo hanno fatto benissimo, sono molto contento; era il mio primo derby e ci tenevo a fare bella figura". 

VIDEO - IL DERBY E' NERAZZURRO, TRAMONTANA IN VISIBILIO

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 21 Settembre 2019 alle 23:11
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print