"Conte ci prepara fin dal primo giorno della settimana, l’intensità è sempre presente nei nostri allenamenti. Il mister è sempre presente, ci controlla insieme ai preparatori: ogni giorno ci spiegano il programma, vogliamo tenerci in condizione in questa fase complicata". Parole e musica di Antonio Candreva, intervistato in diretta sul profilo Instagram di 'Cronache di Spogliatoio'. "Nello spogliatoio accadono le cose che poi racconti in eterno. Siamo un bel gruppo, siamo felici e sul gruppo WhatsApp siamo belli attivi. Siamo una bella banda" continua a raccontare l'esterno, che poi spende parole al miele per Romelu Lukaku: "Lui è un grandissimo giocatore e ha grandi margini di miglioramento. È un ragazzo d’oro, eccezionale. Si è inserito alla grande, è super intelligente e conosce bene cinque lingue che gli permettono di parlare con tutti". 

"Io ho sempre creduto in me stesso - ha continuato Candreva -. Mi fa piacere che gli allenatori mi tengano al centro del progetto. Da quando sono arrivato alla Lazio ho capito che la continuità è la cosa più importante: ognuno ha un suo percorso e non finisce mai di imparare. Sono strafelice di fare il lavoro più bello del mondo, per quanto mi riguarda. Smettere? Non mi son fatto questa domanda, voglio giocare fino a quando avrò l’entusiasmo di oggi e di quando ero bambino. Il cucchiaio a Casillas agli Europei? Mi è sempre piaciuto come gesto tecnico e fortunatamente fino ad ora mi è riuscito benissimo. Ho rischiato tantissimo, ma è andata bene. Giocavamo contro la Spagna ed ero il primo rigorista: andai da Giovinco e gli dissi: ‘Seba, voglio fare il cucchiaio’. Mi rispose: ‘Se te la senti, fallo pure’. Presi la palla e andò bene".

VIDEO - MORIERO FA IMPAZZIRE IL PIACENZA: SLALOM VINCENTE AL GARILLI

Sezione: In Primo Piano / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 15:59 / Fonte: cronachedispogliatoio.it
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print