Intervista tra amarcord e presente quella realizzata da Tuttosport con Adriano, grande ex attaccante interista. Che parte ricordando il derby del suo cuore: "Quello contro i miei connazionali Dida e Kakà è stato semplicemente grandioso, abbiamo vinto per 3-2 e ho segnato due gol, una delle quali al 47' del secondo tempo. Semplicemente fantastico. Fu una sensazione spettacolare segnare quel gol, per me impossibile dimenticare quella testata vincente, he ci consentì di sconfiggere i rivali cittadini a tempo scaduto".

Pensa che l’Inter possa vincere il campionato e battere il Milan nel prossimo derby?
"La squadra nerazzurra anche quest’anno ha grandi possibilità di conquistare lo scudetto. Per quanto riguarda il match contro i rossoneri spero ovviamente che vincano i nerazzurri. Ma in una partita di questa importanza e così particolare, può succedere di tutto".

Chi sarà decisivo sabato? 
"Credo fermamente che Alexis Sanchez e Lautaro lasceranno il segno"

Oggi l’Inter è prima in classifica. Dopo le cessioni di Lukaku e Hakimi, se lo aspettava?
"In realtà sì, o comunque lo speravo. I nerazzurri hanno un'ottima squadra, composta da giocatori di valore, come Alexis Sanchez e Lautaro Martínez. Deve dire che ci sono davvero tanti calciatori forti".


Si può dire che l’Inter di Simone Inzaghi giochi meglio dell’Inter di Antonio Conte?
"Simone Inzaghi è un ottimo allenatore, così come lo è Antonio Conte. I risultati almeno, per il momento però, sono più favorevoli per Inzaghi".

L’Inter potrà anche battere il Liverpool in Champions League? E passare quindi il turno contro i Reds?
"Credo di sì: con impegno e dedizione i nerazzurri potranno diventare campioni d'Europa".

Suo figlio ha firmato per il Gremio. Crede che un giorno possa diventare più forte di lei e giocare per l’Inter?
"Sì, è una possibilità che non vedo l’ora possa concretizzarsi. Vederlo all’Inter sarebbe un onore, oltre che un’emozione fortissima. Possiede molto talento e lavora sodo. Sono sicuro che avrà una carriera brillante".
.
Lei si è fatto volere tanto bene dai tifosi dell’Inter, come vuole salutarli?
"Ringrazio i supporter nerazzurri e chiedo loro di credere nelle potenzialità di questo grande club, che mi ha accolto a braccia aperte e al quale sarò eternamente grato".
Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 31 gennaio 2022 alle 08:15
Autore: Mattia Zangari
vedi letture
Print