Il sito specializzato transfermarkt.it oggi ha aggiornato i valori dei giocatori di Serie A. Nella top-11 spicca la presenza di tanta Inter, presente con De Vrij, Bastoni, Brozovic e Lautaro. Cala, invece, Cristiano Ronaldo. "In testa alla classifica dei pezzi pregiati d'Italia, ritroviamo due talenti dell'Albiceleste, accomunati da un forte desiderio di rivincita: Paulo Dybala e Lautaro Martínez - si legge sul sito -. Se per La Joya, con un piede fuori da Vinovo per tutta la scorsa estate, essere il più prezioso della A non rappresenta una notizia (lo è stato un anno esatto fa), per il centravanti nerazzurro la fulminea ascesa è figlia di un talento soltanto affiorato nella prima stagione europea e di un carattere deciso, da Toro, così come è stato battezzato. Con 85 milioni di euro, dieci in più della revisione, il 10 della Juventus tiene a distanza il connazionale, salito a 80, raddoppiando il suo precedente valore. È questo l'incremento maggiore registrato, legittimato dal campo: 13 reti, 4 assist e la forte sensazione di un potenziale non del tutto inesplorato, dalla cui profondità di sondaggio dipenderanno le sorti di un Inter lanciata nell'impresa scudetto. Una lotta, quella fra bianconeri e fedeli del Biscione, che si gioca punto a punto, anche fra valori di mercato. E così dietro la coppia d'assi sudamericani, ecco Cristiano Ronaldo (-15, il peggior downgrade di dicembre) e Romelu Lukaku, spalla a spalla a quota 75 milioni, tanti quanto ne valevano e valgono De Ligt e Koulibaly, entrambi al di sotto dei livelli di rendimenti che ne hanno permesso quotazioni così alte. 35 primavere a febbraio, CR7 non è più incisivo come un tempo. Meno dominante sul piano atletico, anche a causa di un ginocchio che dà noie, quasi un comprimario all'interno di un sistema di gioco che pare un mix, non sempre riuscito, fra il calcio di proposta di Sarri e quello più cinico del suo predecessore. Fatto sta che il portoghese non viaggiava così basso dal 2010. Un calo che porta in perdita la Vecchia Signora, passata da un valore complessivo di 837,5 agli attuali 819, restando comunque la rosa più preziosa dell'intera Serie A, davanti alla solita Inter (633,4, migliorata di 66,1 milioni, tanto da superare anche il Napoli, fermo a 630,7). La cura Conte, del resto, sta portando benefici evidenti a tutto l'ambiente. Ne hanno giovato maggiormente Bastoni (23, +8), Barella (45, +9), De Vrij (60, +10) e Brozovic, elemento chiave nel 3-5-2 amato dal tecnico, salito a 60 milioni (+10) e secondo centrocampista del campionato dietro Pjanic (70, stabile ma raggiunto dal laziale Milinkovic-Savic), sempre per continuare il dualismo che ha caratterizzato le prime 15 giornate del 2019/20. Segno negativo per Godin (-10), di fronte a un modulo/posizione non del tutto adatto/a alle sue caratteristiche, e per chi è stato vittima di poco spazio ed infortuni come Politano (28, -2) e Alexis Sánchez (25, -10)". In ascesa Dejan Kulusevski, valutato ora 25 milioni: un +19 per lo svedese sogno di mercato di Inter e Juve.

Sezione: Focus / Data: Gio 12 dicembre 2019 alle 12:46 / Fonte: transfermarkt.it
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print