"Conosco bene la realtà luganese essendo nato e cresciuto a Varese: è sicuramente un luogo che rappresenta l'eccellenza sportiva". A dirlo, parlando ai cronisti presenti al Casinò di Lugano, è Beppe Marotta, ad dell'Inter, a margine della presentazione del ritiro estivo dei nerazzurri. "Lugano è una città conosciuta nel mondo, da questo punto di vista è un fiore all'occhiello che noi possiamo cogliere", prosegue Marotta. Che poi parla così di una eventuale sinergia di mercato tra il club milanese e quello elvetico: "Sarà soprattutto una sinergia per il know-how delle due società. Il Lugano si sta collocando come squadra di blasone europeo dopo le due qualificazioni in Europa League, noi siamo contenti di essere al fianco di Lugano che sta crescendo: cercheremo di cogliere le possibilità di collaborazione". 

Andando via, Marotta risponde anche a un'ultima domanda volante: "Quale Inter a Lugano? E' prematuro". 

VIDEO - ALLA SCOPERTA DI... - VALENTINO LAZARO, DALL’AUSTRIA A TUTTA FASCIA

Sezione: Focus / Data: Ven 14 Giugno 2019 alle 12:57 / Fonte: dagli inviati Domenico Fabbricini e Christian Liotta
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print