Un altro titolo per la cantera dell'Inter. Con una strepitosa prestazione, i Giovanissimi Nazionali si sono laureati campioni d'Italia. E' arrivato un 4-1 sul Napoli che legittima anche dal punto di vista del risultato una prestazione perfetta dal punto di vista del gioco. La squadra di Cerrone domina in lungo e in largo, con i gol di Taufer e Bonazzoli si porta sul 2-0.

Si possono vincere tre scudetti in una stagione. Lo ha fatto il Settore Giovanile di F.C. Internazionale: campionato vinto dalla Primavera, dalla Juniores-Berretti e, pochi minuti fa, dai Giovanissimi Nazionali che, in finale, hanno superato 4-1 il Napoli. I ragazzi di Salvatore Cerrone, tutti classe 1997 con 2 aggregati 1998, quindi 15 e 14 anni, hanno meritamente concluso l'annata con il trionfo nella finale. È il sesto titolo della categoria per i nerazzurri e, a livello Giovanissimi, l'Inter è la società italiana più vincente dal 1984 a oggi.


PRIMO TEMPO. Un minuto e 37 secondi, nerazzurri in vantaggio: sulla fascia destra è Arcuri che lancia Cassani, l'attaccante esterno attacca la profondità e crossa rasoterra sul secondo palo, dove Taufer è puntuale nell'inserimento e nella conclusione, 0-1. Tre minuti dopo rete annullata, per fuorigioco, a Taufer: sul suo tiro, dal limite sinistro dell'area di rigore, c'è il tocco di un compagno in posizione irregolare davanti al portiere Mennella.
Taufer, il più giovane della 'Cerrone Band', classe 1998, è scatenato: minuto 9, salta due uomini in un fazzoletto e serve Bonazzoli, arginato in angolo con difficoltà da Mennella. Quello dell'Inter è un coro: tutti corrono per la causa, difendono con un blocco alto, recuperano e ripartono. Altra occasione, minuto 11: Cassani per Zonta, stoppato al limite dell'area. Ci riprova Zonta dopo altri 8 minuti: pallone alto sopra la traversa.
Il Napoli, che si era visto dopo 40 secondi con un tiro centrale di Setola, sbatte contro l'Inter. Esemplare l'azione al minuto 22: recupera Tchaoule, palla in velocità per Cassani che passa tra le maglie azzurre come tra i paletti e crossa in mezzo, dopo Bonazzoli di testa non concretizza al meglio l'ennesima occasione per il raddoppio.
Il Napoli conquista il primo angolo dopo 28 minuti e, sul corner da destra, la testata in mischia di Federico De Simone passa sopra la traversa. È una carezza per l'Inter che, al 31°, con bomber Bonazzoli, arriva lo 0-2: ruba palla, salta un paio di avversari, con il sinistro anticipa tutti, compreso il portiere Mennella.
Per assurdo, il raddoppio provoca un po' di relax nella difesa dell'Inter: lancio lungo da centrocampo, De Iorio sorprende i centrali nerazzurri e l'uscita del portiere Di Gregorio è giudicata da rigore; dal dischetto lo stesso Di Iorio trasforma: 1-2.

SECONDO TEMPO. Si riparte con l'Inter che comanda ancora la partita: 7': forte conclusione da fuori di Tchaoule, Mennella è costretto a una difficile parata in angolo. Poi un nuovo tentativo di Bonazzoli, sopra la traversa. Quindi una punizione per Dimarco, bloccata ancora dal portiere del Napoli. La squadra di Muro lancia soprattutto dalla difesa e, su un campo... così così, questa tattica procura fastidio ai nerazzurri.
Rispetto al primo tempo, l'Inter è meno ordinata e meno precisa nella gestione della palla. Poi si riaccende Taufer: sfrutta al meglio meglio un assist su fallo laterale e serve in mezzo all'area, dove Bonazzoli è sempre presente: 1-3. Ancora Taufer costringe Mennella all'uscita bassa, i nerazzurri ritornano a essere coro in avvicinamento al traguardo e quindi riprendono il controllo della situazione. Infatti, su assist di Tchaoule, Bonazzoli firma la tripletta con un sinistro bellissimo: 4-1. Tutto il resto è festa per i ragazzi di Cerrone: applausi ai Campioni d'Italia!

 


NAPOLI: 1 Mennella; 2 Grillo, 3 Iovane, 4 Otranto, 5 A. Esposito, 6 Granata, 7 Bifulco, 8 G. De Simone, 9 De Iorio, 10 Setola, 11 F. De Simone.
Panchina: 12 Lamarra, 13 Selva, 14 De Masi, 15 D'Ursi, 16 Manna, 17 Napolitano, 18 Lombardi, 19 L. Esposito, 20 Fontanella. Allenatore: Muro.

INTER: 1 Di Gregorio; 2 Arcuri (33' st Gazzotti), 3 Dimarco, 4 De Micheli, 5 Della Giovanna, 6 Bernardi, 7 Cassani (25' st Didiba), 8 Tchaoule, 9 Bonazzoli (33' st Mitta), 10 Taufer (33' st Opoku), 11 Zonta (17' st Brambilla). Panchina: 12 Bourmila, 14 Bondioli, 16 Scienza, 18 Panatti. Allenatore: Cerrone.

MARCATORI: 2' pt. Taufer (I); 31' pt. Bonazzoli (I); 34' pt. rig. Di Iorio (N); 23' e 28' st. Bonazzoli (I).

ARBITRO: Antonio Lacagnina di Caltanissetta (Lipizer di Udine, Rossini di Padova; 4° uomo Forneau di Roma).

Sezione: FOCUS / Data: Gio 28 Giugno 2012 alle 18:45 / articolo letto 3859 volte / Fonte: Inter.it
Autore: Fabrizio Romano