Joaquin Correa sembra aver superato Marcus Thuram, fermo ai box per un problema al ginocchio accusato ieri in Bayer Leverkusen-Gladbach, nel testa a testa di mercato da cui uscirà il nuovo attaccante dell'Inter. Ora, spiega la Gazzetta dello Sport, si accende una delicata partita diplomatica in cui i protagonisti sono da un lato l’a.d. Beppe Marotta e il d.s. Piero Ausilio e dall’altro il presidente Claudio Lotito: i rapporti da anni ormai sono freddini, la distanza economica ampia (40 milioni di euro la richiesta, 30 l'offerta).

In mezzo pesa la voglia matta di vestirsi di nerazzurro del Tucu che, non a caso, al momento ha interrotto il suo dialogo con l’Everton, l’altro club europeo che lo vorrebbe con sé. Lo stesso Tare, ds dei biancocelesti,  ad Empoli lo ha chiarito, lasciando però il cerino in mano ai suoi omologhi: "Si sa che Correa vuole lasciare la Lazio, c’è questa possibilità con l’Inter, dipende da loro… C’è anche qualcosa all’estero ma il desiderio del ragazzo è di rimanere in Italia. Con l’Inter una vera trattativa non c’è mai stata, i procuratori stanno facendo un grande lavoro, vediamo nelle prossime ore".

Queste prossime ore, aggiunge la rosea, possono durare parecchio visto che il club nerazzurro non ha fretta: in settimana ci sarà un summit con Simone Inzaghi per definire l’obiettivo definitivo, ma servirà tempo per ammorbidire il rigidissimo Lotito. Senza sottovalutare, comunque, nuove notizie attese dalla Germania: Thuram farà gli esami oggi o domani per capire se si tratta di una botta o di una lesione, anche se Adi Hütter, tecnico dei Puledri, ha fatto capire le intenzioni del francese: "Thuram mi ha detto che resterà…"


 

 
Sezione: Focus / Data: Dom 22 agosto 2021 alle 09:00
Autore: Mattia Zangari
vedi letture
Print