Durante la chiacchierata con SkySport, Tony D'Amico, ds dell’Hellas Verona, ha fatto il punto anche sul mercato del club veneto senza dimenticare Marash Kumbulla, promettente difensore nel mirino dell'Inter e non solo per il futuro: "Vogliamo finire il campionato che è quello che conta, per il resto ci sarà tempo. Kumbulla è un ragazzo forte. Vale 25 milioni di euro? Credo che il valore che dite sia un po’ più basso di quello che pensiamo noi (ride, ndr). Ha fatto un campionato strepitoso: è chiaro che per età e per quello che ha dimostrato sia uno di quelli ‘attenzionati’ da tanti top club europei. Sicuramente avrà tante richieste come già accade oggi, ma è presto per parlare di cifre. Noi facciamo una valutazione esclusivamente tecnica del giocatore e non è detto che poi vada via. C'è tanto tempo ancora, per noi è un onore avere un giovane così, credo che sia un merito della gestione Setti che ha sempre creduto nel settore giovanile. E questo credo che sia un premio".

Sulle situazioni dei giocatori in prestito, come Eddie Salcedo e Federico Dimarco, il ds dell’Hellas Verona è chiaro: "Non abbiamo iniziato a parlare con i giocatori, occorreranno delle regole che federazione e Uefa dovranno imporre. È impensabile trovare un accordo singolo con i giocatori, dovrà essere trovata una norma ad hoc per questa emergenza".

Sezione: Focus / Data: Sab 23 maggio 2020 alle 13:06
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print