Romelu Lukaku resta il primo obiettivo di mercato dell'Inter per rinforzare il nuovo attacco di Antonio Conte, ma "per il momento da Manchester non sono arrivati segnali di apertura e anzi le cifre che Woodward ha fatto trapelare hanno spaventato i dirigenti nerazzurri: oltre agli 83 milioni di euro richiesti per acquistare il cartellino ne andrebbero aggiunti altri 5 che spetterebbero all’Everton". Lo riporta il Corriere dello Sport oggi in edicola. "Una montagna di soldi che il bilancio dell’Inter non può sopportare. Marotta e Ausilio hanno fatto filtrare un’offerta, non presentata ufficialmente, di 60 milioni di euro più bonus, molto al di sotto delle pretese dello United. Ieri il Times ha parlato di un rilancio che però secondo viale della Liberazione (ancora) non c'è stato. Se Conte continuerà a insistere e punterà i piedi anche nel vertice di Nanchino con la proprietà, può darsi che l'Inter ci riprovi, ma fino a che punto potrà spingersi? Una mano ai dirigenti la darebbe una cessione 'pesante' e in tempi brevi di Icardi, ma per il momento non si muove niente e Mauro non ha fretta. Al massimo Miranda dirà di sì al Jiangsu, ma certo non basta". 

 Intanto il bomber belga continua a recitare la sua parte e ieri, ufficialmente ancora a causa di una botta alla caviglia ricevuta in allenamento nei giorni scorsi, non ha lavorato con i compagni. "Stasera non sarà in campo perché, come ha detto Solskjaer in conferenza stampa, 'non è pronto e quindi non sarà convocato per la partita contro l'Inter. Sulla sua situazione di mercato però non ho aggiornamenti'. Resta da vedere quale sarà il comportamento del belga e di Conte: se oggi si vedranno si abbracceranno, si stringeranno la mano o si saluteranno in modo freddo per non dare troppo nell’occhio? Di certo tra i due i contatti sono continui e Antonio non intende mollare la presa" assicura il quotidiano romano.

VIDEO - GABIGOL DA GRANDE ATTACCANTE, MA IL FLAMENGO LASCIA LA COPPA AI RIGORI BATTUTO DA... JONATHAN

Sezione: Focus / Data: Sab 20 Luglio 2019 alle 08:35
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print