Lionel Messi all'Inter? Per Ariedo Braida, ex dirigente del Barcellona e del Milan, è pura utopia. "Parliamo del calciatore più forte del pianeta: Messi è al primissimo posto, il resto viene dopo. Non c’entra nulla con gli altri - dice a Gazzetta.it -. Cristiano Ronaldo? No, Leo non lo cambio con nessuno". 

Si parla di Lautaro al Barça.
"Se l’Inter vuole vincere, non deve assolutamente privarsi di lui".

Anche se arrivasse un'offerta chock, magari superiore ai 111 milioni della clausola rescissoria?
"Certamente: Lautaro è un attaccante completo, molto forte. Assolutamente da tenere. Punto. È giovanissimo e rappresenta il futuro: se l’Inter vuole puntare al massimo, e quindi ad alzare qualche trofeo, deve ripartire da lui".

Messi resterà solo un sogno?
"Faccio parecchia fatica a immaginarlo lontano da Barcellona: lì è il re indiscusso, arrivò da ragazzino e chiunque gli vuole bene. A parer mio, certi discorsi sono pura utopia".

A Milano non hanno nemmeno una piccola speranza?
"Nella vita, come nel calcio, ‘mai dire mai’. Tuttavia, anche sforzandomi, in merito a un suo possibile addio non riesco a trovare neanche un motivo: Messi è una persona meravigliosa e a livello economico guadagna cifre importantissime. Lui e il Barça sono perfetti insieme".

Sezione: Focus / Data: Gio 09 aprile 2020 alle 12:47 / Fonte: Gazzetta.it
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print