Che Milan Skriniar non fosse tra gli incedibili di Antonio Conte non è una novità, come vi avevamo già raccontato nelle scorse settimane (LEGGI QUI). Così come la stima di José Mourinho nei confronti dello slovacco: d'altronde proprio lo Special One nell'estate 2018 aveva messo sul piatto circa 60 milioni per portarlo al Manchester United. All'epoca l'Inter targata Spalletti disse no. Ora le cose potrebbero essere differenti nell'ambito dei discorsi per portare Ndombele in nerazzurro. Detto questo, l'ex Samp a oggi non valuta un addio. Skriniar è felice a Milano e sta bene all'Inter come ha dimostrato l'anno scorso rinnovando in prima persona e senza agenti. Un gesto d'amore, sognando in futuro la fascia da capitano.

I piani di Milan non sono cambiati e dovrà essere, eventualmente, l'Inter a prendere posizione, decidendo di sacrificarlo. A oggi gli Spurs non solleticano, visto che non fanno nemmeno la Champions. Nelle scorse settimane c'erano stati i sondaggi di City (hanno virato poi su Aké) e Psg. Londra chiama, ma Skriniar vuole resistere alle sirene di mercato. Nella sua testa vede ancora l'Inter come sua destinazione del presente e del futuro. Da non escludere quindi che la contropartita per il mediano del Tottenham possa essere croata: ovvero uno tra Marcelo Brozovic (non più incedibile dopo le ultime disavventura extracampo) o Ivan Perisic (qualora il Bayern non decidesse di riscattarlo).

Sezione: Esclusive / Data: Sab 01 agosto 2020 alle 14:16
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print