"E dire che ieri Maurito è stato killer, come gli piace definirsi, soltanto in quel lampo. Perché per il resto ha sofferto prima l’assenza di rifornimenti e poi – quando nella ripresa il Cesena ha concesso delle praterie – si è mangiato per due volte la palla del raddoppio". Lo scrive oggi la Gazzetta dello Sport, analizzando il match di Mauro Icardi. "Per un attaccante tutto concretezza come lui, gelido sottoporta ma poco portato a partecipare alla manovra, è stato tanto grave quanto anomalo l’errore allo scadere, solo davanti ad Agliardi ma incapace di freddarlo col destro.

Colpa forse della stanchezza di chi – unico nerazzurro con Juan Jesus – ha giocato tutte e 13 le gare stagionali, per un totale di 1029 minuti in campo. Anche per questo è importante che Osvaldo recuperi in fretta. L’ex Juve sta bruciando i tempi e potrebbe tornare già il 6 novembre a Saint Etienne. Ma prima toccherà ancora al killer e a Palacio, apparso in crescita ma sempre a secco". 

Sezione: Rassegna / Data: Lun 27 ottobre 2014 alle 10:06 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print