Vademecum ai giocatori, mail ai dipendenti, stop agli allenamenti delle giovanili e massima attenzione a ogni aspetto sanitario. L’Inter - evidenzia il Corriere dello Sport - ha mostrato a tempo di record di avere una macchina organizzativa pronta a contrastare l’emergenza Coronavirus. Il club nerazzurro non ha lasciato niente al caso. Né alla Pinetina né nella sede di viale della Liberazione, che rimarranno entrambe aperte. Ieri ad Appiano la squadra si è allenata regolarmente, sotto lo sguardo dell’ad Marotta e del ds Ausilio. I calciatori, preoccupati per questa situazione, sono stati riuniti e sono stati forniti loro gli stessi consigli e le stesse raccomandazioni che il Ministero della Salute dà a tutti i cittadini. Tra i principali quelli di lavarsi e disinfettarsi sempre le mani (i dispenser alla Pinetina sono aumentati), di evitare i luoghi affollati, di informarsi sulle zone da dove arrivano eventuali collaboratori domestici (baby sitter, autista, domestica ecc) e di stare il più possibile a casa evitando cene fuori o altre uscite. Ad Handanovic e compagni è stato inoltre raccomandato (ma questa è già un’abitudine consolidata) di contattare lo staff medico a qualsiasi ora in caso di problemi di salute. A margine una constatazione importante: nessuno dei nerazzurri abita vicino ai Comuni o alle aree che sono state isolate. 

Per quel che riguarda la sede - si legge sul quotidiano romano - sarà aperta, ma oggi chi non ha esigenze lavorative, è stato autorizzato via mail a non recarsi in viale della Liberazione. Fermo restando che eventuali residenti nelle zone a rischio non potranno andare a lavoro neppure nei prossimi giorni. Oggi, intanto, ad Appiano Gentile ci saranno solo gli infortunati, ma il Coronavirus non c’entra. Anche se ieri sera si fosse giocato contro la Sampdoria, Conte avrebbe comunque dato ai suoi un giorno di riposo e i giocatori erano già stati informati dopo la trasferta in Bulgaria. Il tecnico salentino, vista l’impossibilità di tornare giovedì notte da Razgrad, aveva scelto un avvicinamento meno stressante alla sfida con i blucerchiati e pure al derby d’Italia di domenica per liberare la testa dei suoi.

Sezione: Rassegna / Data: Lun 24 Febbraio 2020 alle 08:50
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print