Alberto Zaccheroni, ex allenatore di Inter e Milan, ha parlato a margine dell’evento di beneficenza ‘United for the Heart’ all'hotel Principe di Savoia di Milano. È stata l’occasione per anticipare i temi del derby di Milano: “Non direi che è una sfida decisiva, soprattutto per il Milan che non ha queste grandissime ambizioni - riporta Milannews.it -. Arriva decisamente meglio l’Inter che ha una classifica gratificante anche se ha cambiato molto, ha cambiato l’allenatore. Ci arriva male il Milan perché non sta raccogliendo risultati soddisfacenti, ha cambiato tecnico, è ancora alla ricerca di un’identità ben precisa. La sensazione è che gran parte di questi giocatori sono sotto la prestazione media degli anni passati. Devono trovare il modo di alzare il livello perché spesso il risultato è dato dalla somma delle prestazioni individuali".

Sull'arrivo in rossonero di Zlatan Ibrahimovic: "Ibra ha portato sicuramente personalità, è un punto di riferimento, lui vuole la palla e quindi i giocatori nel momento in cui entrano in possesso sanno già che la devono dare ad Ibra e quindi gli toglie tantissime responsabilità Però credo che non basti. La chiave è che questi giocatori riescano ad alzare il livello. È difficile capire perché Piatek, Suso, Kessie, Calhanoglu, Conti siano tutti al di sotto del loro rendimento medio storico”, ha concluso.

Sezione: News / Data: Lun 03 febbraio 2020 alle 22:23
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print