Intervistato da Sky Sport, Gianni Rivera, leggenda del Milan e del calcio italiano, dice la sua sul significato del derby di Milano: "E' un campionato nel campionato - spiega l'ex Golden Boy -. L'importante è vincerlo, è normale che sia così. Per me le partite erano tutte uguali, ho sempre cercato di ,vincere poi è chiaro che quando giocavo lo sentissi di più perché in città si respirava più tensione. Il più importante? E' stato quello del '61-'62: noi avevamo cominciato così così e c'era chi scommetteva su quanti gol ci avrebbero fatto. Finì 3-1 per noi, questo è indicativo dell'imprevedibilità delle partite. Quindi non faccio pronostici, aspettiamo che l'arbitro fischi il calcio d'inizio". 

Sezione: News / Data: Sab 17 ottobre 2020 alle 14:46
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print