Intervistato da Tuttomercatoweb, Mircea Lucescu ha parlato dell'emergenza attuale e di come il calcio ne potrà uscire.

Dura stare a casa per chi è sempre in movimento.
"Dopo il virus andremo tutti in psichiatria (sorride, ndr). La gente non è abituata a stare in casa. Soprattutto chi fa sport. Oggi i contatti vanno mantenuti al telefono, parlando, discutendo di vari argomenti. Altrimenti, davvero, si diventa matti. E non parlo solo per i calciatori, ma per tutta la gente".

Quanto tempo servirà ad un calciatore per tornare in forma dopo questo stop?
"Sono calciatori di alto livello e hanno tutto in casa. Devono allenarsi, stare in movimento. Sempre. Servirà qualche allenamento in gruppo, ma quando ricominceranno i calciatori non dovranno sottoporsi a diete o altro, dovranno essere fisicamente pronti".

Riduzione stipendi: è la soluzione giusta?
"Devono farlo. In questa situazione tutti perdono qualcosa. La cosa più vergognosa nel calcio è il fallimento, se i calciatori amano i loro club devono fare di tutto per salvarli ed evitargli una vergogna del genere. Rinunciando oggi salveranno il domani".

Mister, e lei? Andrà al Besiktas come dirigente?
"Vedremo dopo giugno".

Sezione: News / Data: Mar 31 marzo 2020 alle 20:55 / Fonte: TMW
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print