Il 3-1 di ieri sera inflitto dai nerazzurri al Napoli, è senz'altro frutto di una brillante prestazione offerta dalla prima Inter di Leonardo. Per il Corriere dello Sport lo scettro di migliore in campo va ad un ritrovato Thiago Motta, voto 7,5: i compagni cercano spesso le sue geometrie, si propone in fase offensiva e verticalizza di continuo. Dopo le due reti, esce un con le pile scariche tra l'ovazione del Meazza. 7 per Cuchu Cambiasso, autore del secondo gol nerazzurro, che tampona davanti alla difesa le incursioni dei partenopei, si concentra sul togliere il fiato ad Hamsik, ma è sempre lucido nel guidare il pressing. Stesso voto per Javier Zanetti: il capitano centra l'ottava vittoria su 8 gare disputate contro il Napoli a San Siro. Nessuno degli uomini di Mazzarri riesce a fermare le incursioni di Pupi, trentasette anni e non sentirli.

Il tecnico Leonardo, alla prima partita sulla panchina dell'Inter, dimostra invece di essere entrato già in sintonia con la squadra chiedendo e ottenendo pressione e intensità: 7 anche per lui. La testata romana assegna 6,5 a Maicon, che nonostante il ginocchio destro dolorante fa vedere buoni segnali (sua la pennellata per la rete di Cambiasso), a Lucio, autore di una prestazione senza sbavature, a Stankovic, 80 minuti giocati ad alta intensità, e a Pandev: per il macedone tanto movimento e buone idee (preciso l'angolo per il 3-1 di Motta), segno che il periodo difficile dal punto di vista fisico è ormai alle spalle. Prestazioni sufficienti fornite anche da Cordoba, Chivu e Milito: il Principe attacca gli spazi come ai tempi d'oro, mette pressione su Cannavaro e scatta sul filo del fuorigioco dettando il lancio dei compagni. Gli manca ancora la precisione in zona gol e spreca un paio di occasioni, ma i segnali incoraggianti si vedono. 6 infine anche per Castellazzi, in uscita non sempre sincronizzato con i compagni.

Sezione: News / Data: Ven 07 gennaio 2011 alle 18:35 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Daniele Alfieri
vedi letture
Print