Il giorno dopo la sconfitta in casa contro il Napoli in Coppa Italia, Francesco Colonnese analizza ai microfoni di Radio Nerazzurra la situazione dell'Inter, attesa a breve al confronto con la Lazio in campionato. "La crescita della grande squadra passa anche da questi particolari, dall'essere bravi a resettare dopo una grande prestazione per farne subito un'altra - dice Colonnese riferendosi a quanto fatto nel derby prima che contro il Napoli -. L'Inter si sta costruendo ancora da questo punto di vista. Ci sono degli step e bisogna migliorare. Ieri i nerazzurri non meritavano di perdere, hanno giocato sempre nella metà campo del Napoli. I partenopei hanno tirato in porta forse un'altra volta con Zielinski. Il pari sarebbe stato più giusto. Chiaramente queste partite sono importanti perché è una semifinale di Coppa Italia e perdere non piace a nessuno. Siamo in un periodo decisivo, le partite valgono doppio. Speriamo che il miglioramento ci sia. In questi tre mesi bisogna cambiare il trend per concludere in maniera positiva la stagione".

Domenica c'è la Lazio, una partita di altissima classifica. "Un'avversaria complicata, come abbiamo visto le squadre ti aspettano. Non vengono a prenderti alto. Ti lasciano giocare, ma gli spazi non ci sono più per Lautaro e Lukaku. Bisognerà essere bravi a trovare delle alternative".

Quanto alla costruzione della squadra, Colonnese è convinto che ci siano già gli ingredienti giusti per poter far bene. "Nella costruzione di una squadra molto parte dai leader della squadra. Lukaku sta dimostrando di esserlo, ci sono Handanovic e De Vrij. In mezzo Brozovic sta facendo un grande campionato. Uno in più aiuterebbe, ma l'Inter ha comprato un campione come Eriksen. E' appena arrivato, dovrebbe dare lui lo spunto e la personalità che manca alla squadra. E' lui a dover dare l'apporto in più alla squadra".

Sezione: News / Data: Gio 13 febbraio 2020 alle 14:57
Autore: Redazione FcInterNews.it / Twitter: @Fcinternewsit
Vedi letture
Print