Il procuratore Alessandro Moggi ha affrontato ai microfoni del Corriere dello Sport il tema del calciomercato che verrà dopo gli stravolgimenti che il Covid-19 ha imposto. "La crisi economica sarà violenta. Tutto questo genererà una contrazione dei valori e una tendenza a scambiare i calciatori anziché comprarli. Non è detto che le operazioni saranno di meno, anzi, ma saranno meno onerose. Poi c’è da capire la questione dei diritti tv: una diatriba legale porterebbe a conseguenze pesanti per i club, soprattutto se i giudici daranno ragione ai broadcaster".

Sulla contrazione dei prezzi di mercato prende in esame l’affare Icardi come esempio: "Un’operazione prevista sui 70 milioni che si sta chiudendo a 50 più bonus da quanto si dice. Immagino una contrazione di tutti i cartellini del 30%. Partiranno meno “big” da quelle società che basano il patrimonio sul valore del campione: cercheranno di tenerlo pur di non svalutarlo. Se costa 80 e oggi devi cederlo a 50, conviene farlo restare un altro anno".

Sezione: News / Data: Dom 31 maggio 2020 alle 15:28
Autore: Egle Patanè / Twitter: @eglevicious23
Vedi letture
Print