Il presidente della Figc Giancarlo Abete si mostra ancora una volta convinto dell'utilità di un confronto sereno fra i club di Serie A nel 'tavolo della pace' organizzato dal Coni: "E' un momento importante di confronto, un'occasione di chiarimento collegato a una progettualità, una necessità per tutti di guardare avanti, per il Paese e per il mondo del calcio. La Figc andrà con lo spirito giusto sapendo che ha un ruolo di terzietà rispetto ai tanti interessi legittimi e alle faziosità fisiologiche del mondo del calcio. La Figc non si farà strattonare. Siamo molto disponibili ma non subiremo pressioni che determinino delle forzature.

Si tratta di uno scenario di approfondimento a cui presteremo grande attenzione. La Figc ringrazia Petrucci per questa iniziativa", ha detto Abete, aggiungendo riguardo a possibili passi indietro da parte di Moratti sullo scudetto del 2006: "Mi aspetto che i problemi vengano affrontati nel modo giusto e cercheremo, a conclusione di questa chiacchierata, di fare una sintesi. E' scorretto nei confronti dei protagonisti fare delle previsioni. I dirigenti si siederanno al tavolo con lo spirito giusto".

Sezione: News / Data: Mar 13 dicembre 2011 alle 14:17 / Fonte: repubblica.it
Autore: Daniele Alfieri
vedi letture
Print