Al termine di Sampdoria-Inter, l'allenatore blucerchiato Marco Giampaolo ha parlato ai microfoni di Sky: "Battere l'Inter è una grande soddisfazione, è la mia proma volta e devo ringraziare i miei calciatori per lo spirito collettivo e l'attenzione. Hanno saputo soffrire al monento giusto, partita sontuosa. La partita l'abbiamo preparata in alcuni particolari, ho detto loro che serviva l'atteggiamento serio: attenzione, determinazione, anche nelle cose più banali. Bisognava verticalizzare su Fernandes e sugli attaccanti, muovere velocemente palla: sono stati bravi. Contro la Juventus ho dovuto cambiare qualcosa per evitare di sfinire gli attaccanti e le mezzali. Volevamo essere competitivi a Torino ma dovevo salvaguardare qualche calciatore.

Bruno Fernandes? E' arrivato a fine agosto perchè era impegnato con la Nazionale, l'ho allenato poco e serviva capisse le idee della squadra. Si è sempre allenato bene ed è entrato nel ruolo: sa quando giocare il pallone e quando tenerlo, così come lui anche Ricky Alvarez. Io sono contento di avere l'imbarazzo della scelta sotto questo punto di vista. Quando subiamo le ripartanze dobbiamo essere bravi a pararli, e attuiamo dei sincronismi difensivi, ma accetto questa cosa purchè ripartano bene. L'Inter tecnicamente è una squadra forte, ha tantissima qualità, ma come può vincere 3-0 può perdere perchè ha poco senso del collettivo".

Sezione: L'avversario / Data: Dom 30 ottobre 2016 alle 23:20
Autore: Fabrizio Longo / Twitter: @fabriziolongo11
vedi letture
Print