Si chiama Franco Lionti, ha 52 anni, è originario di Cattolica Eraclea, paese della provincia di Agrigento, e dal 1997 lavora per l'Eintracht Francoforte dove oggi è magazziniere. Lionti racconta alla Gazzetta dello Sport la sua storia: "Sono entrato quasi per caso, capitai in un Germania-Albania Under 21, qualche settimana dopo mi chiamò l’Eintracht per aiutare i ragazzi stranieri che arrivavano a giocare nel club. Mi davano 200 marchi al mese, praticamente un rimborso spese. Dal 1998 sono diventato ufficialmente magazziniere. Eccomi qua, 22 anni dopo".

Lionti ha ancora casa nel suo paese di origine, "eppure sono in Germania da 42 anni, da quando emigrarono i miei genitori. Per i giocatori faccio di tutto, perché si fidano di me. Faccio pure il cuoco: sono italiano e mi chiedono la pasta ogni tanto. Mi chiamano “capo”, oppure “mafia”. Non dico mai di no". Sulla partita di stasera non si sbilancia: "Cinquanta per cento. Per chi tifo? Sono juventino”. 

VIDEO - SEGNA SEMPRE GABIGOL: MANCINO POTENTE, 3-1 FLAMENGO

Sezione: L'avversario / Data: Gio 14 Marzo 2019 alle 15:16 / articolo letto 4364 volte
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A