Una notizia improvvisa e dolorosissima ha sconvolto il mondo dello sport: la stella del basket Kobe Bryant è morto in un incidente in elicottero avvenuto a Calabasas, in California. A dare l'annuncio è stato il sito Tmz.com, progressivamente sono arrivate le conferme: Bryant, 41 anni, cinque volte campione della Nba, è deceduto a bordo del suo elicottero privato con almeno altre tre persone (secondo alcune informazioni ci sarebbe anche la figlia Gianna Marie tra le persone decedute), oltre al pilota. Tutti i passeggeri sono morti. Il velivolo ha preso fuoco una volta precipitato e inutili sono stati i soccorsi. Già innumerevoli i messaggi di dolore e di cordoglio da parte degli sportivi, compreso anche Romelu Lukaku che prima accoglie la notizia con un tweet con un'imprecazione rabbiosa, poi su Instagram omaggia così il Black Mamba: "Lui è stato il mio più grande idolo di tutti gli sport. La sua etica del lavoro e la sua mentalità mi hanno ispirato talmente tanto sin dal momento in cui ho capito cosa servisse per essere un professionista. Stavi per goderti un nuovo capitolo della tua vita, lasciarci così è devastante. Ti adoro tanto, sei il più grande di sempre".

Sezione: In Primo Piano / Data: Dom 26 Gennaio 2020 alle 21:42
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A
Vedi letture
Print