"Non è un divorzio, Mauro e l’Inter sono come fidanzati che si prendono una pausa di riflessione". Così, nel corso di un'intervista esclusiva al Corriere della Sera, Wanda Nara ha fotografato il passaggio in prestito al Psg di Icardi, che già aveva salutato i nerazzurri con un 'arrivederci e grazie'. Parole che - si legge sulla Gazzetta dello Sport non hanno provocato alcuna reazione ufficiale da parte dell’Inter, determinata a voltare pagina, la stessa determinazione messa negli ultimi mesi per favorire la cessione.

Impossibile, però, far passare inosservate certe dichiarazioni, anche perché un'altra vita a Milano di Maurito non è da escludere almeno in termini contrattuali, se è vero che il futuro al Psg è legato a un riscatto da 70 milioni senza alcuna condizione sottostante, dunque totalmente libero. Ma c’è un elemento, un particolare che lascia ben sperare il club milanese i suoi dirigenti: nel contratto che l'ex capitano ha allungato con la Beneamata fino al 2022, l’aumento di stipendio fino a 7 milioni scatterebbe non tra 12 mesi, ma eventualmente solo nell’ultima stagione, 2021-22. Rientrando all’Inter a giugno, Mauro tornerebbe a guadagnare gli attuali 4,5 milioni, a fronte di un ingaggio che al Psg la prossima stagione lo porterebbe, bonus compresi, a toccare quota 10 milioni. Insomma, motivi per restare in Francia Icardi ne avrebbe...

VIDEO - AMARCORD ETO'O - SAMUEL VINCENTE NATO, DOPPIETTA E VITTORIA IN COPPA ITALIA

Sezione: In Primo Piano / Data: Sab 7 Settembre 2019 alle 08:15
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print