Se l'Inter è in vetta alla classifica dopo undici giornate buona parte del merito è del proprio portiere, Samir Handanovic. La gara contro la Roma non è che la punta dell'iceberg della stagione dello sloveno che in più di un'occasione ha salvato il risultato dei nerazzurri. A tutta ragione si può dire che nelle prime undici gare del campionato Handanovic è stato il migliore portiere del campionato e a confermarlo ci sono le statistiche.

In ben sette occasioni il portiere sloveno ha mantenuto la propria porta inviolata, in Europa solo Anthony Lopes è meglio di lui, ma con una partita in più, e sul suo livello c'è Manuel Neuer con lo stesso numero di clean sheets a pari presenze. Sette sono anche i gol subiti dallo sloveno che è il titolare della miglior difesa d'Italia. Pochi gol subiti, quindi, ma tanti interventi provvidenziali si diceva e a confermarlo c'è il numero di parate per partita, 2, che lo collocano al quinto posto della graduatoria nazionale dietro a portieri come Leali e Sportiello, molto più impegnati a causa della scarsa solidità delle loro difese. Lo sloveno è il migliore fra i portieri dei top club italiani sia per parate a partita che per numero di parate complessivo, ben 36 in 11 gare. 

Un dato che esalta ancora di più l'ottimo rendimento dell'ex Udinese è il numero di tiri in porta che gli avversari devono effettuare per bucare la resistenza dello sloveno: servono 6,14 tiri affinché Handanovic subisca un gol. Questo dato è due volte migliore rispetto a quello di Buffon e Tatarusanu, e di due punti superiore rispetto a quello di Szczesny che, però, ha giocato 3 partite in meno dello sloveno. Questo aspetto, difatti, è molto più indicativo del semplice numero di gol subiti perché, se si analizzassero solo quelli, Handanovic sarebbe più o meno sulla stessa linea dei portieri sopracitati, i quali, però, hanno subito molti meno tiri in porta dagli avversari.

Per un portiere che era noto ai più come un semplice para-rigori e che spesso viene criticato per la poca presenza nella propria area, questi dati mettono a tacere tutti i suoi detrattori e issano, cosa più importante, l'Inter in vetta alla classifica.

Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 2 Novembre 2015 alle 16:35 / articolo letto 12819 volte
Autore: Redazione FcInterNews.it