Il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio ha parlato in occasione del Gran Galà del Calcio AIC 2018. Di seguito le sue dichiarazioni, rilasciate in zona mista ai media presenti.

Quale valenza ha la prossima sfida contro la Juventus?
"Importante. Servirà una grande partita: la squadra sta dimostrando attraverso i numeri quello che è il valore ma andrà un'Inter preparata per consolidare nostro obiettivo, centrare ucl e cercare se possibile di superare l'anno passato".

I tifosi già sognano la coppia Ausilio-Marotta.
"Io sono assolutamente contento di lavorare per l'Inter. Se ci sarà anche la possibilità di lavorare con Beppe Marotta, che conosco da tanti anni, lo farò con soddisfazione. Lo stimo come uomo e come dirigente".

Modric a gennaio: è possibile?
"Io penso che a gennaio l'Inter sarà questa, indipendentemente dai nomi. Non ci saranno grandi acquisti. Ci stiamo già organizzando per la pianificazione del rafforzamento della squadra in vista della prossima stagione".

Vi ha sorpreso lo sfogo del papà di Lautaro?
"Ha già detto tutto Spalletti. Il padre del giocatore si è fatto prendere probabilmente un po' dalla passione e dall'amore. Ciò che conta è Lautaro, un ragazzo maturo che dimostra ogni giorno di essere legato all'Inter. Non c'è mai stato un caso".

Vi ha deluso l'apporto di Nainggolan fin qui?
"No, assolutamente. Prima parlavamo del mercato di gennaio, lui sarà il grande acquisto di quello di dicembre invece. Non è un caso che sia anche lui qui stasera, è fortissimo. Siamo più che mai convinti che lui possa essere l'uomo giusto per far fare, insieme ai compagni, quel salto di qualità di cui l'Inter ha bisogno".

Un giudizio sull'andamento stagionale dell'Inter fino ad ora?
"Noi siamo il linea con quelli che sono i nostri programmi. Forse per qualcuno di voi è una sorpresa sapere che l'Inter possa avere la possibilità per qualificarsi agli ottavi di Champions".

Venerdì i nerazzurri andranno in trasferta a Torino.
"Sarà una partita importante, ma non è decisivo nulla. Siamo in linea con gli obiettivi di inizio stagione e speriamo di esserlo sino alla fine. Arriviamo benissimo a questa partita".

Come vuole rispondere alle polemiche di Totti?
"A noi interessa solo il campo: abbiamo visto una bella partita ed una buona Inter. Bisogna riconoscere anche il valore della Roma, che ha offerto una buona prova. C'è da fare un applauso ai ragazzi, scesi su un campo non facile ma dimostratisi vogliosi di vittoria".

Cosa ne pensa del rendimento di Ivan Perisic?
"Sta mantenendo le aspettative, come tutti i propri compagni: dà un contributo ogni domenica e quando ha l'opportunità anche in Champions. Penso sia normale aspettarsi sempre di più, perché abbiamo progetti importanti. Il croato è una parte importante di questa squadra".

Venerdì sarà la 'partita dell'anno'?
"Tutte le partite valgono tre punti, è normale che quella contro la Juve sarà importante perché c'è il prestigio. Affronteremo una delle squadre più forti d'Europa e la più forte in Italia, ma vorremo rendere difficile a loro il match".

Cosa può portare Marotta all'Inter?
"Ci porterà sicuramente, se arriverà, esperienza. Mastica calcio da tantissimi anni, lo fa con esperienza e professionalità. Marotta troverà un club molto forte, fatto di passione e di storia".

VIDEO - AUSILIO: "ECCO COSA FAREMO A GENNAIO". POI JUVE-INTER, MAROTTA, PERISIC E IL CASO LAUTARO

Le parole di Ausilio al Gran Galà del Calcio 2018
Sezione: In Primo Piano / Data: Lun 3 Dicembre 2018 alle 20:21 / articolo letto 21838 volte / Fonte: dall'inviato Mattia Zangari
Autore: Andrea Pontone / Twitter: @_AndreaPontone