Continuano ad arrivare reazioni da parte delle Federazioni calcistiche europee, a loro modo coinvolte nella decisione dell'Ats di Milano di bloccare i giocatori dell'Inter convocabili per la prossima finestra internazionale, in seguito alla riscontrata positività al Covid-19 di D'Ambrosio, Handanovic, De Vrij e Vecino. La Federcalcio slovacca (SFZ), ad esempio, ha chiarito la sua posizione sulla questione tramite la voce del ct Stefan Tarkovic: "Abbiamo ricevuto una dichiarazione ufficiale dall'Inter in cui si afferma che le istituzioni statali non consentono al club di giocare il prossimo incontro di Serie A con il Sassuolo, che era in programma sabato - le sue parole contenute in una nota uffucuale -. Fino a lunedì 22 marzo, tutti i giocatori devono rimanere a casa in quarantena obbligatoria e i giocatori convocati dalle rispettive Selezioni non sono autorizzati a recarsi agli eventi. Saranno testati entro lunedì e coloro che avranno quattro test consecutivi negativi si riuniranno presso il centro di formazione del club. Ciò significa che questa situazione vale anche per il nostro giocatore Milan Škriniar. Solo lunedì si saprà con certezza quale sarà il prossimo, possibile sviluppo in questa situazione". 

Sezione: Focus / Data: Gio 18 marzo 2021 alle 17:06
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print