Sono Ivan Perisic e Milan Skriniar le due facce della stessa medaglia interista dopo il due a due maturato tra mille polemiche arbitrali e tanti rimpianti all'Olimpico contro la Roma. Quella del croato, non senza sorpresa, è quella più brutta (voto 5) nelle pagelle della Gazzetta dello Sport: "Spreca il match point con l'Inter avanti 2-1 Cambia spesso di posizione con Keita, l'intreccio sembra funzionare come pure l'avvio con uno stacco di testa fenomenale. Ma è un fuoco di paglia: se non è un caso poco ci manca".
All'opposto l'ex difensore della Samp si porta a casa un bel 7 dalla trasferta capitolina: "Muro vero. Salva su Schick pronto a calciare davanti a Olsen da 8 metri. Pulisce l'area e ammorbidisce il piede in uscita, un po' arrugginito in avvio. Info dal tabellino: è l'uomo che vince più contrasti e duelli aerei". 

Promosso tutti gli altri membri della truppa Spalletti, eccetto Borja Valero con 5,5; Handanovic, De Vrij, Brozovic e Politano 6. Si staccano dalla normalità D'Ambrosio, Asamoah, Icardi e Joao Mario, poi menzione speciale per Keita, l'altro mvp nerazzurro. 

Sezione: Focus / Data: Lun 3 Dicembre 2018 alle 08:10 / articolo letto 9089 volte
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari