Si dovrebbe sapere qualcosa di più a fine gennaio circa la trattativa attualmente in corso tra Suning e Bc Partners per parlare del futuro dell'Inter. A scriverlo è Carlo Festa, giornalista del Sole 24 Ore, nell'articolo in cui approfondisce i vari scenari che potrebbero aprirsi di fronte alla società milanese. "Potrebbe avere senso una partnership dove Bc Partners ha il 51% delle azioni e Suning il restante 49 per cento, mentre invece verrebbe liquidato l’azionista di minoranza LionRock - spiega - Sono mie congetture, ma una transazione di questo tipo potrebbe essere realizzabile. Bc partners dovrebbe pagare le azioni in mano a LionRock e contemporaneamente lanciare un aumento di capitale che andrebbe a diluire Suning: in questo modo arriverebbe a detenere il 51%. L’Inter avrebbe le risorse necessarie. Inoltre la partnership consentirebbe a Bc Partners di avere un colosso del retail asiatico, come appunto Suning, come sponsor per continuare nello sviluppo del marchio Inter in Asia. Certo la domanda sorge spontanea: cosa ci guadagnerebbe invece Suning, che finora nell’Inter ha speso centinaia di milioni? La sua quota del 49% potrebbe essere valutata in futuro a un livello maggiore, magari prevedendo clausole di earn out, cioè un prezzo aggiuntivo basato sul rendimento che l’acquirente di una società paga al venditore in aggiunta al prezzo di base fisso. In questo modo Suning potrebbe uscire tra qualche anno completamente, recuperando l’investimento fatto". 

VIDEO - ACCADDE OGGI - 13/01/2011: ETO'O INARRESTABILE, DOPPIETTA SHOW AL GENOA

Sezione: Focus / Data: Mer 13 gennaio 2021 alle 21:51
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print