"La vittoria è il minimo, è chiaro che dipende da noi tentare di vincere la partita. È quello che abbiamo in mente. Sarà una partita difficile contro un Barcellona che, a prescindere da chi gioca o non gioca, rimane sempre il miglior Barcellona. Sappiamo che sarà una partita molto complicata, bisognerà dare il 110% per vincere però quando hai un solo risultato in mente non pensi ad altro. Speriamo di ottenere il risultato che ci serve". Parola di Diego Godin, intervistato da SkySport dopo la conferenza stampa alla vigilia la fianco di Antonio Conte.

Quanto dovete tenere nella vostra testa i 60' del Camp Nou anche domani?
"Il Barcellona sarà preparato ad affrontarci sapendo come giochiamo. Hanno una qualità individuale che può creare problemi e gol in qualsiasi momento. E’ chiaro che noi abbiamo bisogno di una partita perfetta. Servono coraggio e personalità come abbiamo fatto al Camp Nou, ma per novanta minuti, non per 45', 50', 60' o 70'. Loro hanno una grande qualità di squadra e individuale, quindi cercheremo di fare una partita completa come al Camp Nou ma per 90 minuti".

Ti aspettavi di arrivare in Italia in una squadra che andava così forte? Essere in vetta in campionato ha aumentato l'autostima?
"Prima di tutto sapevo in quale club stavo arrivando, il progetto e la programmazione che c’erano dietro. Sui buoni risultati ovviamente ci speravamo tutti, sono venuto qui per questo, per aiutare la squadra a crescere e rimanere tra i migliori club d’Europa. Siamo sulla buona strada. In campionato stiamo andando bene con tutte le difficoltà che ci sono state, tanti uomini indisponibili come ha detto anche il mister. In Champions League abbiamo la speranza di qualificarsi sapendo che un match del genere, sia che si vinca o che si perda, non può che aiutare a crescere".

VIDEO - INTER-BARCELLONA, L'ALLENAMENTO DELLA VIGILIA: SENSI DA SOLO, CANDREVA IN GRUPPO E IL LAVORO DEI PORTIERI

Sezione: Focus / Data: Lun 9 Dicembre 2019 alle 17:12
Autore: Stefano Bertocchi / Twitter: @stebertz8
Vedi letture
Print