Domani in porta  ancora Padelli, poi tornerà il capitano: tutto pronto per il rientro tra i pali di Samir Handanovic. "Lo staff medico nerazzurro, dopo i primi momenti in cui aveva voluto verificare se fosse possibile per Samir giocare anche con l’infortunio (usando un tutore speciale), si è poi “rassegnato” a seguire il normale decorso, rischiando il meno possibile e fissando proprio il primo marzo, giorno di Juve-Inter, come obiettivo per il rientro - conferma la Gazzetta dello Sport -. Si è valutato che non valesse la pena di forzare per averlo con la Sampdoria, e tantomeno per il ritorno con i bulgari. Il portiere si è tenuto in forma allenandosi regolarmente (oltre a sottoporsi a terapie), ma senza parare mai, senza toccare il pallone con le mani. E con ogni probabilità, oggi, quando la squadra dopo l’allenamento entrerà in ritiro per il ritorno col Ludogorets, Handanovic (che non andrà in panchina visto che in Europa i sostituti in “distinta” sono solo sette) sosterrà con il dottor Piero Volpi gli esami alla mano infortunata, dopo aver sfruttato tutti i giorni possibili per il recupero. Alla peggio, per questioni organizzative, i test clinici potrebbero scalare a giovedì mattina, ma poco cambia. All’Inter sono più che fiduciosi che l’esito degli stessi sarà positivo: a quel punto il capitano nerazzurro avrà gli allenamenti di venerdì e sabato per riprendere confidenza con il mestiere di una vita, prima di ripresentarsi all’Allianz Stadium".

Sezione: Focus / Data: Mer 26 Febbraio 2020 alle 08:27 / Fonte: Gazzetta dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print