Se l'Inter cercava un uomo-derby l'ha trovato. Frank De Boer, contro il Milan, ha vinto la finale di Champions nel 1995 e, da allenatore, ha violato il Meazza rossonero nel dicembre 2010 sempre nella massima competizione europea (era l'esordio sulla panchina dell'Ajax). "E’ un cultore del 4-3-3, modulo quasi sempre utilizzato all’Ajax, ma non scarta altre soluzioni. Ecco perché non è escluso che all’Inter possa virare il 4-2-3-1. Ama il bel calcio, ma non fine a se stesso", puntualizza il Corriere dello Sport. "Cruyff lo ha influenzato, ma nella sua idea tattica ha messo anche altro.

Da ex difensore, cura con attenzione la fase di non possesso e non disdegna i successi per 1-0 quando c’è da soffrire. All’Inter arriverà con 2 assistenti di campo e un preparatore atletico. Uno dei suoi assistenti sarà Orlando Trustfull, ex giocatore e nel suo staff anche all’Ajax, ma, se i Lancieri lo libereranno, potrebbe seguirlo anche Hennie Spijkerman, suo vice fino a maggio che adesso lavora con il nuovo tecnico Peter Bosz. Proverà a portarsi pure il preparatore atletico Bjorn Rekelhof che però è legatissimo all’Ajax ed è probabile che debba ripiegare su un altro connazionale. Bonaiuti rimarrà preparatore dei portieri. Sylvinho potrebbe andare a fare il vice della Selecao".
 
 

Sezione: Focus / Data: Lun 08 agosto 2016 alle 12:17 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
vedi letture
Print