I soldi in cassa e quelli legati al prestito concesso da Oaktree basteranno all’Inter in termini di liquidità per poter affrontare ogni necessità aziendale nei prossimi due anni. E' quanto hanno spiegato i vertici di Goldman Sachs nel corso del roadhsow del club nerazzurro con gli investitori per il nuovo bond da 415 milioni di euro, durante il quale è intervenuto anche Greg Carey, Managing Director della banca statunitense.

"I circa 264 milioni di euro di liquidità in cassa - evidenzia Calcio e Finanza - potranno essere utilizzati per coprire ogni fabbisogno nelle prossime due stagioni. Dei 264 milioni di cui sopra, 133 milioni erano già nelle casse dell’Inter al 31 dicembre 2021, mentre i restanti 131,6 milioni sono invece riferiti alla liquidità nelle casse di Grand Tower, la holding lussemburghese che Suning utilizza per controllare l’Inter e in cui è confluito il finanziamento da 275 milioni garantito dal fondo staunitense Oaktree".


 
Sezione: Focus / Data: Ven 28 gennaio 2022 alle 16:45
Autore: Mattia Zangari
vedi letture
Print