Il Corriere dello Sport premia Lukaku, Barella e Hakimi, entrati a gara in corso. Male Kolarov, che sbaglia sul gol della Fiorentina.
 

Handanovic 6 Nessuna parata decisiva, ma alcuni buoni interventi. Sul gol non può farci niente.  
 

Skriniar 6  Non sempre preciso, però anche senza errori difensivi. Viene sostituito perché rischia il secondo giallo.  
 

De Vrij (12’ st) 6  Dirige la difesa, andando a riempire un paio di vuoti sugli esterni.  

Ranocchia 6,5  Il più lucido, il più reattivo e il più risoluto della difesa interista.  
 

Kolarov 5  L’assist per Kouamé è suo: allontana debolmente la palla dalla mischia. Non sembra mai troppo sicuro.  
 

Young 6,5  Nel primo tempo, mentre il gioco balbetta, è l’unico a creare qualche buona azione sfondando a destra.  
 
Hakimi (24’ st) 7  
Entra e cambia la velocità dell’Inter. Inizia e conclude a cento all’ora, arrivando per due volte vicino al gol.  
 

Vidal 6  Su rigore segna il primo gol con la maglia nerazzurra. Non c’è molto altro nella sua gara.  
 
Brozovic (3’ pts) 6  Dà più equilibrio alla sua squadra.  
 

Eriksen 5,5  Sollecitato da più parti, Conte ci prova a cambiargli ruolo, ma nemmeno la versione da regista del danese convince. Si fa vedere di più quando può arrivare al tiro. Curiosità: non ha mai giocato 90’ dall’inizio alla fine, stavolta ne fa 120’.  
 

Gagliardini 5,5  Si adegua a un primo tempo con poco ritmo. Poi, la gara sale di tono lui resta lì.  
 

Barella (35’ st) 7  Sveglia la squadra con 40 minuti degni del suo miglior livello. A parte l’assist per la rete di Lukaku, ogni suo attacco si trasforma in un pericolo per la difesa viola.  
 

Perisic 6,5  Quando scappa a Venuti, crea occasioni da rete.  
 

Sanchez 6  Palo e rigore nella stessa azione, anzi, nello stesso attimo. Poi però sbaglia in modo incredibile un gol a due metri dalla porta.  
 

Lautaro Martinez 5  Pomeriggio senza spunti e con un clamoroso gol mangiato davanti a Terracciano.  
 

Lukaku (24’ st) 7  Entra, segna e decide la partita. Questo è Lukaku.  
 

Conte (all.) 6,5  Se contano le occasioni (e contano), la vittoria è meritata. Quanto al gioco, è un’altra storia. 

VIDEO - CHI E' NIKOS STATHOPOULOS, L'UOMO CHE STA TRATTANDO L'INTER PER CONTO DI BC PARTNERS

Sezione: Rassegna / Data: Gio 14 gennaio 2021 alle 09:36 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print