Prima convocazione per Edoardo Vergani, oggi in panchina nel Bologna di Mihajlovic. "Chi lo conosce bene sa che questo attaccante del 2001 ha le potenzialità tecniche per fare parte dell’organico dell’Inter, da dove è arrivato nell’ultima estate, del Milan e di qualsiasi altra grande squadra, fatto sta che il Bologna dovrà pensare ad altro e recuperarlo sotto altri aspetti - si legge sul Corriere dello Sport -. Il più importante è quello di dover riportare Vergani a credere che per lui volere è anche potere, a ritrovare l’entusiasmo perduto. L'Inter non ha il contro-riscatto ma una percentuale sulla rivendita e un gentlemen agreement nel caso in cui lo rivolesse quando il Bologna deciderà di cederlo". 
 
"Pensate, i dirigenti nerazzurri credevano talmente tanto nelle doti di Vergani che per due anni lo hanno mandato a prendere e a riportare dove abitava dall’autista - svela il CdS -. Perché Vergani ha fatto grandi con i suoi gol le varie Under dell’Inter, alla quale ha regalato con i suoi colpi anche un Torneo di Viareggio. Non solo, questo ragazzo di Segrate di 186 centimetri è sempre stato un punto di forza anche delle nazionali azzurre. Poi è successo (pare) che gli atteggiamenti sul campo non sempre giusti di Vergani abbiano consentito a Sebastiano Esposito, un anno più giovane di lui, di superarlo nelle gerarchie anche di Antonio Conte, il che ha ancora più finito per accentuare gli attriti tra le parti e di conseguenza per allontanarlo dall’Inter".

VIDEO - ACCADDE OGGI - 22/11/2008: GOL DI MUNTARI ALLA JUVE. QUELLO CONVALIDATO...

Sezione: Rassegna / Data: Dom 22 novembre 2020 alle 11:10 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print