L’assemblea in programma nel pomeriggio di oggi aprirà ufficialmente l’era Dal Pino alla presidenza di Lega. La prima occasione per un confronto con le società e i rispettivi presidenti, compresi quelli che non avevano votato in suo favore l’8 gennaio scorso, giorno dell’elezione. Dal Pino - si legge sulla Gazzetta dello Sport - illustrerà ai club programmi e idee, poi verranno poi discussi i punti all’ordine del giorno, tra i quali un aggiornamento sulla questione dei diritti tv per il triennio 2021-’24. Seguirà la discussione relativa all’azione risarcitoria per il danno derivante dal cartello contro la Lega operato da Img, Mp&Silva e B4. Infine è prevista la nomina di un rappresentante al tavolo tecnico istituito dalla FIGC. I prossimi appuntamenti di Dal Pino, insieme all’a.d. Luigi De Siervo, riguarderanno incontri conoscitivi con Sky e Dazn, attuali licenziatari, e con gli altri potenziali interessati ai diritti tv: le piattaforme Ott (Amazon, Netflix, etc) e gli spagnoli di Mediapro, attesi martedì a Milano.

Intanto - chiosa la rosea - un fascicolo esplorativo, senza ipotesi di reato né indagati, è stato aperto dalla Procura di Milano in relazione all’audio registrato di nascosto durante il consiglio della Lega Serie A del 23 settembre scorso e poi reso pubblico, in cui De Siervo parlava di cori razzisti allo stadio «da non trasmettere in diretta tv».

Sezione: Rassegna / Data: Lun 20 gennaio 2020 alle 11:14
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
Vedi letture
Print