Quasi una partita al giorno per gli appassionati di calcio italiano dal 20 giugno al 2 agosto: è questo l'esito della scelta sulla rimodulazione del calendario. Come spiega il Corriere dello Sport, si scenderà in campo anche di lunedì e di venerdì: questo il progetto della Lega. Verranno accontentate le televisioni, alle quali saranno garantite almeno tre partite in prima serata per ogni giornata di campionato e, utilizzando più finestre, si eviteranno gare in contemporanea. Resta il nodo orari. Nei giorni in cui ci sarà in programma una sola partita, il fischio d'inizio ci sarà alle 20.45 o alle 21. Per gli altri, invece, ci potranno essere più finestre, a seconda del numero di gare previste. "Durante la settimana, saranno al massimo due, con slot da scegliere tra le 19 e le 21, o le 19.15 e le 21.15, oppure ancora le 19.30 e le 21.30 - spiega il Corsport -. Il sabato e la domenica, invece, le finestre diventeranno tre. E, al momento, si tratta delle 17.15, delle 19.30 e delle 21.45. Ma l’Aic continua a contestare lo slot pomeridiano". Inoltre, i club di A continuano a scartare l'ipotesi di ricorrere a playoff e playout: l'alternativa, in caso di nuovo stop, resta la cristallizzazione della classifica.

VIDEO - ICARDI-INTER, ORA E' FINITA DAVVERO: QUANDO WANDA INSULTO' IL TELECRONISTA

Sezione: Rassegna / Data: Sab 30 maggio 2020 alle 09:36 / Fonte: Corriere dello Sport
Autore: Alessandro Cavasinni / Twitter: @Alex_Cavasinni
Vedi letture
Print