Nel corso di un'intervista esclusiva rilasciata a UEFA.com, Arjen Robben, esterno offensivo in forza al Bayern Monaco dal 2009, ha ripercorso la sua carriera europea con i club vissuta tra alti e bassi, parlando delle delusioni nell'atto finale della Champions League nel 2010 e 2012, a cui è seguita la rivincita nel 2013: "Nessuno vuole essere ricordato per aver giocato due o tre finali e averle perse tutte - ha raccontato l'olandese -. Quelle sconfitte ci resero ancora più determinati e fin dall'inizio della stagione 2012/13 la squadra aveva un solo obiettivo, riscattare ciò che era successo in passato. Quella sera tutto funzionò alla perfezione.

Non è facile descrivere il mix di emozioni che si prova in situazioni del genere, perché vincere la UEFA Champions League è il traguardo più importante per un giocatore e per una squadra significa raggiungere il livello più alto. Quando il sogno che hai sempre inseguito diventa realtà tutte le emozioni vengono a galla e non è facile raccontarle". 

Sezione: News / Data: Lun 04 dicembre 2017 alle 23:42
Autore: Mattia Zangari / Twitter: @mattia_zangari
vedi letture
Print